Scopri con noi il meraviglioso Tibet

10 giorni / 9 notti

Quotazione su richiesta

PARTENZE 2018
PARTENZE GIORNALIERE

Programma del Tour individuale – minimo 2 partecipanti

Il viaggio ideale per entrare in una dimensione spirituale fatta di antiche tradizioni e celebrazioni buddiste.

Scopri con noi il meraviglioso Tibet

10 giorni / 9 notti

Quotazione su richiesta

PARTENZE 2018
PARTENZE GIORNALIERE

Programma del Tour individuale – minimo 2 partecipanti

Il viaggio ideale per entrare in una dimensione spirituale fatta di antiche tradizioni e celebrazioni buddiste.

1° giorno CHENGDU (-/-/-)
All’arrivo a Chengdu disbrigo delle formalità doganali e ritiro dei bagagli. Incontro con il nostro rappresentante, trasferimento in hotel e sistemazione nella camera riservata (check in ore 12.00). Nel pomeriggio visita di Chengdu, capitale della provincia del Sichuan e città sub-provinciale. È la quarta più popolosa città della Cina (secondo le stime del 2010) . Chengdu è anche una dei più importanti centri economici in quanto punto di snodo per i trasporti e le comunicazioni della Repubblica popolare cinese. Più di quattromila anni fa, la preistorica cultura dell’ Età del Bronzo di Jinsha si affermò in questa regione. La fertile Piana di Chengdu, su cui la città si trova, si chiama Tianfu zi guo che significa la “zona paradisiaca”. Visita dei luoghi d’interesse e rientro in hotel per il pernottamento. Pasti liberi.

2° giorno CHENGDU / LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. In tempo utile trasferimento all’aeroporto e partenza per Lhasa. Assistenza all’arrivo e trasferimento all’hotel prenotato. Nel pomeriggio passeggiata nel circuito sacro del Barkor, che circonda la cattedrale di Lhasa, animato da un vivace mercato e frequentato dai pellegrini. Pasti liberi. Pernottamento in hotel.

3° giorno LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata all’ esplorazione di Lhasa, in tibetano “trono di Dio”. La città è situata nel bacino del sacro fiume Brahmaputra. Visite del Potala, del Norbulingka o palazzo estivo e del Jokhang, il tempio più importante del Tibet. Si esplorerà poi anche la zona circostante passeggiando fino al convento di Ani Tshamkhung, dove oggi vivono un’ottantina di monache, e a Ramoche, fondato nel medesimo periodo del Jokhang e sede del collegio tantrico del Gyuto. Pasti liberi. Pernottamento.

4° giorno LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Si visitano le università monastiche negli immediati dintorni di Lhasa, iniziando da Drepung, il più grande monastero del Tibet, situato appena fuori dalla capitale. Viene soprannominato “Mucchio di riso” per l’essere costituito da un insieme caotico di costruzioni di colore bianco. Insieme a quelle dei monasteri di Ganden e Sera, la scuola di Drepung offriva il livello più alto di istruzione nei settori della filosofia e della teologia del Buddismo tibetano (Lamaismo) di scuola Gelug. Venne fondato nel 1416 da Jamyang Chojey, discepolo di Je Tsongkhapa, fondatore della scuola Gelug. sede della “Setta Gialla” e da Nechung, che era la sede dell’Oracolo di stato tibetano con affreschi molto particolari. Nel pomeriggio, dopo la visita dell’università di Sera, ci si reca al piccolo monastero di Pawangka, dove in una grotta posta ai piedi della roccia sotto le mura rotonde del gompa meditò Songtsen Gampo, il re del Tibet, nell’VIII secolo. Pasti liberi. Pernottamento.

5° giorno LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Partenza per Drak Yerpa (circa 1 ora e mezza di viaggio) dove si trovano delle grotte di meditazione in un anfiteatro naturale di rocce chiare. Il re Songtsen Gampo e le sue due regine venivano qui per i loro ritiri spirituali. A Dawa Puk, la “Grotta della Luna”, Guru Rimpoce fece un ritiro di 7 mesi e, nei pressi, intorno all’anno 1057 Atisha dimorò ed insegnò per tre anni. Alcuni monaci ed eremiti sono ora tornati qui: è un luogo che pulsa di storia, interessantissimo da esplorare. Ci si reca poi a Gaden Namgyeling, l’università monastica fondata da Tsongkhapa, il capostipite della scuola Ghelupa, costruita in posizione panoramica a 4500 mt su un monte che sovrasta la valle del fiume Kychu. Il grande stupa contiene una reliquia del corpo di Tsongkhapa che fu ritrovata passando con le mani le macerie lasciate dalla distruzione perpetrata dai cinesi, esaminando ogni pietra e setacciando anche la terra. Si consiglia la breve circumambulazione del monte, sia per l’atmosfera intensa che per gli splendidi panorami che offre. In serata si rientra a Lhasa. Pasti liberi. Pernottamento.

6° giorno LHASA / GYANTSE (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per la città di Gyantse (250 km) lungo una strada panoramica che si inerpica sui pendii del passo Kampa La, a 4990 metri di quota, dal quale si gode una splendida vista panoramica sulle acque azzurre del Lago di Yamdrok. Si prosegue in un paesaggio irreale costeggiando il lago per poi risalire il passo di Karo La (5010 m), racchiuso tra due ghiacciai. Arrivo alla città di Gyantse (3900 metri) un tempo centro di controllo delle carovane dirette in Bhutan e Sikkim. Pasti liberi. Pernottamento.

7° giorno GYANTSE / XIGATSE (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Gyatnse, la città del Tibet preservata meglio. L’enclave monastica, prima delle distruzioni cinesi, includeva 16 collegi monastici appartenenti a diverse scuole; fortunatamente il tempio principale, lo Tsuklakhang (XV sec.) e la costruzione più preziosa, l’inestimabile stupa di Kumbum, sono rimasti intatti. Lo “Stupa delle 100.000 divinità” è una struttura costituita da più piani progettati secondo una planimetria mandalica arricchita da 75 cappelle, statue ed affreschi: chi è in grado di decifrare la complessa simbologia che qui è rappresentata, può leggervi l’intera storia iniziatica dell’essere. La visita al castello di Gyantse regala un’ottima panoramica sul complesso, sulla cittadina e le valli circostanti.
Nel primo pomeriggio proseguimento per Shigatse (90 km) lungo il fondovalle coltivato di Nyagqu. Seconda città del Tibet, Shigatse fu il feudo dei Panchen Lama, considerati i secondi Budda viventi e responsabili del monastero di Tashilumpo, ricco di inestimabili tesori, che fu fondato dal primo Dalai Lama nel 1447. Visita della città, dei monasteri e del mercato. Pasti liberi. Pernottamento.

8° giorno XIGATSE / SAKYA / XIGATSE (B/-/-)
Prima colazione in hotel. La giornata è dedicata all’escursione a Sakya “terra pallida”, una delle quattro principali scuole del buddismo tibetano, le altre sono il Nyingma, Kagyu, e Gelug. Si tratta di uno dei sette Red Hat insieme al Nyingma e Kagyu. Pasti liberi. Pernottamento.

9° giorno XIGATSE / LHASA/ GHENGDU (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Lhasa. All’arrivo proseguimento in aereo per Chengdu. Arrivo e trasferimento in albergo. Pasti liberi. Pernottamento.

10° giorno CHENGDU (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto.

Le visite durante il tour potrebbero essere diversamente ripartite.

Chengdu Chengdu Best Western
Lhasa Four Point
Gyantse Yeti
Shigatse Mansarovar

Assistenza in aeroporto all’ arrivo e alla partenza
Pernottamenti negli hotel menzionati o similari
Pasti come da programma (solo colazione)
Trasporto durante tutto il tour
Ingressi ai siti menzionati nel programma
Guida parlante inglese

Voli internazionali e tasse aeroportuali
Voli domestici
Visite ed escursioni facoltative
Bevande e pasti non menzionati
Mance
Visti consolari
Iscrizione – € 60,00 con documenti per e-mail; € 80,00 con documenti cartacei
Assicurazione obbligatoria a copertura globale (medico bagaglio annullamento)
Tasse aeroportuali ed adeguamento carburante –
Extra di carattere personale
Tutto quanto non espressamente specificato ne “la quota base include”.

Ricordiamo che nessun servizio è stato opzionato pertanto le suddette quote sono soggette a riconferma in base alla disponibilità all’atto della prenotazione ed alla variazione per l’eventuale fluttuazione del cambio, che viene calcolato 25 giorni prima della partenza.

1° giorno CHENGDU (-/-/-)
All’arrivo a Chengdu disbrigo delle formalità doganali e ritiro dei bagagli. Incontro con il nostro rappresentante, trasferimento in hotel e sistemazione nella camera riservata (check in ore 12.00). Nel pomeriggio visita di Chengdu, capitale della provincia del Sichuan e città sub-provinciale. È la quarta più popolosa città della Cina (secondo le stime del 2010) . Chengdu è anche una dei più importanti centri economici in quanto punto di snodo per i trasporti e le comunicazioni della Repubblica popolare cinese. Più di quattromila anni fa, la preistorica cultura dell’ Età del Bronzo di Jinsha si affermò in questa regione. La fertile Piana di Chengdu, su cui la città si trova, si chiama Tianfu zi guo che significa la “zona paradisiaca”. Visita dei luoghi d’interesse e rientro in hotel per il pernottamento. Pasti liberi.

2° giorno CHENGDU / LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. In tempo utile trasferimento all’aeroporto e partenza per Lhasa. Assistenza all’arrivo e trasferimento all’hotel prenotato. Nel pomeriggio passeggiata nel circuito sacro del Barkor, che circonda la cattedrale di Lhasa, animato da un vivace mercato e frequentato dai pellegrini. Pasti liberi. Pernottamento in hotel.

3° giorno LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Giornata dedicata all’ esplorazione di Lhasa, in tibetano “trono di Dio”. La città è situata nel bacino del sacro fiume Brahmaputra. Visite del Potala, del Norbulingka o palazzo estivo e del Jokhang, il tempio più importante del Tibet. Si esplorerà poi anche la zona circostante passeggiando fino al convento di Ani Tshamkhung, dove oggi vivono un’ottantina di monache, e a Ramoche, fondato nel medesimo periodo del Jokhang e sede del collegio tantrico del Gyuto. Pasti liberi. Pernottamento.

4° giorno LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Si visitano le università monastiche negli immediati dintorni di Lhasa, iniziando da Drepung, il più grande monastero del Tibet, situato appena fuori dalla capitale. Viene soprannominato “Mucchio di riso” per l’essere costituito da un insieme caotico di costruzioni di colore bianco. Insieme a quelle dei monasteri di Ganden e Sera, la scuola di Drepung offriva il livello più alto di istruzione nei settori della filosofia e della teologia del Buddismo tibetano (Lamaismo) di scuola Gelug. Venne fondato nel 1416 da Jamyang Chojey, discepolo di Je Tsongkhapa, fondatore della scuola Gelug. sede della “Setta Gialla” e da Nechung, che era la sede dell’Oracolo di stato tibetano con affreschi molto particolari. Nel pomeriggio, dopo la visita dell’università di Sera, ci si reca al piccolo monastero di Pawangka, dove in una grotta posta ai piedi della roccia sotto le mura rotonde del gompa meditò Songtsen Gampo, il re del Tibet, nell’VIII secolo. Pasti liberi. Pernottamento.

5° giorno LHASA (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Partenza per Drak Yerpa (circa 1 ora e mezza di viaggio) dove si trovano delle grotte di meditazione in un anfiteatro naturale di rocce chiare. Il re Songtsen Gampo e le sue due regine venivano qui per i loro ritiri spirituali. A Dawa Puk, la “Grotta della Luna”, Guru Rimpoce fece un ritiro di 7 mesi e, nei pressi, intorno all’anno 1057 Atisha dimorò ed insegnò per tre anni. Alcuni monaci ed eremiti sono ora tornati qui: è un luogo che pulsa di storia, interessantissimo da esplorare. Ci si reca poi a Gaden Namgyeling, l’università monastica fondata da Tsongkhapa, il capostipite della scuola Ghelupa, costruita in posizione panoramica a 4500 mt su un monte che sovrasta la valle del fiume Kychu. Il grande stupa contiene una reliquia del corpo di Tsongkhapa che fu ritrovata passando con le mani le macerie lasciate dalla distruzione perpetrata dai cinesi, esaminando ogni pietra e setacciando anche la terra. Si consiglia la breve circumambulazione del monte, sia per l’atmosfera intensa che per gli splendidi panorami che offre. In serata si rientra a Lhasa. Pasti liberi. Pernottamento.

6° giorno LHASA / GYANTSE (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per la città di Gyantse (250 km) lungo una strada panoramica che si inerpica sui pendii del passo Kampa La, a 4990 metri di quota, dal quale si gode una splendida vista panoramica sulle acque azzurre del Lago di Yamdrok. Si prosegue in un paesaggio irreale costeggiando il lago per poi risalire il passo di Karo La (5010 m), racchiuso tra due ghiacciai. Arrivo alla città di Gyantse (3900 metri) un tempo centro di controllo delle carovane dirette in Bhutan e Sikkim. Pasti liberi. Pernottamento.

7° giorno GYANTSE / XIGATSE (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Mattinata dedicata alla visita di Gyatnse, la città del Tibet preservata meglio. L’enclave monastica, prima delle distruzioni cinesi, includeva 16 collegi monastici appartenenti a diverse scuole; fortunatamente il tempio principale, lo Tsuklakhang (XV sec.) e la costruzione più preziosa, l’inestimabile stupa di Kumbum, sono rimasti intatti. Lo “Stupa delle 100.000 divinità” è una struttura costituita da più piani progettati secondo una planimetria mandalica arricchita da 75 cappelle, statue ed affreschi: chi è in grado di decifrare la complessa simbologia che qui è rappresentata, può leggervi l’intera storia iniziatica dell’essere. La visita al castello di Gyantse regala un’ottima panoramica sul complesso, sulla cittadina e le valli circostanti.
Nel primo pomeriggio proseguimento per Shigatse (90 km) lungo il fondovalle coltivato di Nyagqu. Seconda città del Tibet, Shigatse fu il feudo dei Panchen Lama, considerati i secondi Budda viventi e responsabili del monastero di Tashilumpo, ricco di inestimabili tesori, che fu fondato dal primo Dalai Lama nel 1447. Visita della città, dei monasteri e del mercato. Pasti liberi. Pernottamento.

8° giorno XIGATSE / SAKYA / XIGATSE (B/-/-)
Prima colazione in hotel. La giornata è dedicata all’escursione a Sakya “terra pallida”, una delle quattro principali scuole del buddismo tibetano, le altre sono il Nyingma, Kagyu, e Gelug. Si tratta di uno dei sette Red Hat insieme al Nyingma e Kagyu. Pasti liberi. Pernottamento.

9° giorno XIGATSE / LHASA/ GHENGDU (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Al mattino partenza per Lhasa. All’arrivo proseguimento in aereo per Chengdu. Arrivo e trasferimento in albergo. Pasti liberi. Pernottamento.

10° giorno CHENGDU (B/-/-)
Prima colazione in hotel. Trasferimento in aeroporto.

Le visite durante il tour potrebbero essere diversamente ripartite.

Chengdu Chengdu Best Western
Lhasa Four Point
Gyantse Yeti
Shigatse Mansarovar

Assistenza in aeroporto all’ arrivo e alla partenza
Pernottamenti negli hotel menzionati o similari
Pasti come da programma (solo colazione)
Trasporto durante tutto il tour
Ingressi ai siti menzionati nel programma
Guida parlante inglese

Voli internazionali e tasse aeroportuali
Voli domestici
Visite ed escursioni facoltative
Bevande e pasti non menzionati
Mance
Visti consolari
Iscrizione – € 60,00 con documenti per e-mail; € 80,00 con documenti cartacei
Assicurazione obbligatoria a copertura globale (medico bagaglio annullamento)
Tasse aeroportuali ed adeguamento carburante –
Extra di carattere personale
Tutto quanto non espressamente specificato ne “la quota base include”.

Ricordiamo che nessun servizio è stato opzionato pertanto le suddette quote sono soggette a riconferma in base alla disponibilità all’atto della prenotazione ed alla variazione per l’eventuale fluttuazione del cambio, che viene calcolato 25 giorni prima della partenza.

Login Account

6 or more characters, letters and numbers. Must contain at least one number.

Invaild email address.