fbpx

Tour Classico Calabria – Imperdibili Origini 2021

9 giorni / 8 notti

Date di partenza:
Luglio : 20

Quota base in camera doppia senza volo a partire da € 1685,00

Tour Classico Calabria

Tour Classico Calabria – Imperdibili Origini 2021

9 giorni / 8 notti

Date di partenza:
Luglio : 20

Quota base in camera doppia senza volo a partire da € 1685,00

Tour Classico Calabria

1° GIORNO, 20 luglio
LAMEZIA TERME / DIAMANTE / CIRELLA / SANTA MARIA DEL CEDRO /SCALEA
Ritrovo dei partecipanti previsto all’aeroporto di Lamezia Terme ed alla stazione ferroviaria di Paola. Partenza alla volta di Diamante, capitale di Sua Maestà il Peperoncino, conosciuta anche come il museo all’aperto più grande d’Italia. I suoi murales, oltre 150 opere dipinte da numerosi pittori ed artisti di fama internazionale, si possono ammirare sui muri del centro storico. Diamante nel tempo è diventata la città manifesto di questa specialità gastronomica ed oggi sono un connubio indissolubile. Il peperoncino, importato in Europa con la scoperta delle Americhe, è il principe dei prodotti tipici calabresi e ha trovato nel clima meridionale l’ambiente ideale per la sua coltivazione. A Diamante, sede nazionale dell’Accademia Italiana del Peperoncino, si tiene annualmente il famoso Festival del Peperoncino che con le sue degustazioni e manifestazioni culturali e di intrattenimento, è un appuntamento imperdibile. Proseguimento per Cirella Vecchia, distrutta da un bombardamento della flotta napoleonica nel 1806, da cui si gode una splendida vista della costa tirrenica e dell’isola stessa di Cirella. Una passeggiata tra i ruderi è un’esperienza emozionante perché nel silenzio che li avvolge, sembrano affiorare alla mente i tragici momenti che ha vissuto il borgo durante la distruzione. Si prosegue per Santa Maria del Cedro che ospita alcuni tra i siti archeologici più importanti della zona. In serata arrivo a Scalea, sistemazione nell’hotel prenotato. Cena e pernottamento.

2°GIORNO, 21 luglio SCALEA / PAPASIDERO / CIVITA / MORANO CALABRO
Prima colazione. Partenza verso Papasidero per la visita della Grotta del Romito che rappresenta uno dei siti più interessanti del Paleolitico italiano. All’interno si trovano alcune incisioni rupestri come per esempio il graffito raffigurante due bovidi (Bos primigenius), e tracce di antiche sepolture, risalenti a 10.500 anni fa. Un sito di straordinaria importanza nel panorama della preistoria europea. Proseguimento per Civita, situato ai piedi del Parco Nazionale del Pollino cuore della comunità italo-albanese e forse il borgo più interessante del mondo arbëreshe della Calabria. Per le vie del centro è possibile ammirare i comignoli, l’aspetto architettonico più originale di Civita. Non si sa con precisione quando cominciò questa tendenza, ma i Maestri erano soliti firmare la costruzione di una nuova casa con un nuovo comignolo, diverso da tutti gli altri già esistenti. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita di Morano Calabro, definito come uno dei borghi più belli della nostra penisola. Sistemazione in hotel. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

3°GIORNO, 22 luglio MORANO CALABRO / ROSSANO CALABRO / COSENZA
Prima colazione. Partenza per Rossano Calabro, per la visita del Museo della liquirizia “Giorgio Amarelli”. La famiglia ne ha voluto fortemente la realizzazione nel desiderio di presentare al pubblico una singolare esperienza imprenditoriale, nonché la storia di un prodotto unico del territorio calabrese. Di seguito visiteremo il Museo Codex all’interno del complesso della Cattedrale. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Cosenza, dove faremo una lunga passeggiata alla scoperta dei tesori nascosti di questa città identificata anche come Atene della Calabria per la sua tradizione culturale. Cosenza, tra le altre cose, accoglie nel proprio centro storico dal fascino decadente, la bellissima cattedrale duecentesca di Santa Maria Assunta, mentre sull’isola pedonale di Corso Mazzini ospita il Museo all’aperto Bilotti, unico nel suo genere sul territorio italiano; Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

4°GIORNO, 23 luglio COSENZA / SANTA SEVERINA / CAPO COLONNA / LE CASTELLA / CATANZARO
Prima colazione e partenza alla volta di Santa Severina, uno dei Borghi più belli d’Italia, che sorge su uno sperone di tufo e domina la vallata del fiume Neto. Il castello è una delle antiche fortezze militari meglio conservate del meridione d’Italia; inoltre all’interno del piccolo borgo, addossato completamente alla Cattedrale sorge un antico edificio, unico nel suo genere: il Battistero bizantino. Pranzo in ristorante locale.  Proseguimento per Capo Colonna, dove visiteremo quel che resta del celebre santuario dedicato ad Hera e risalente alla prima colonizzazione greca dell’area. Purtroppo venne utilizzato come cava di pietra per il castello e i palazzi nobiliari della città ed oggi non resta che una solitaria e simbolica colonna. Sosta a Le Castella, imponente castello aragonese, è uno dei luoghi più affascinanti della Calabria, un po’ simbolo della regione stessa. Per comprendere il significato del nome usato al plurale anziché al singolare, bisogna considerare che la tradizione popolare riferisce l’esistenza di molti altri castelli ubicati sulle isole prospicienti il litorale e sprofondate negli abissi marini. Arrivo a Catanzaro, sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

5°GIORNO, 24 luglio    CATANZARO / TROPEA / PIZZO CALABRO
Prima colazione e partenza alla volta di Tropea, una perla preziosa nella splendida collezione del turismo internazionale, ma anche luogo di antichissime leggende e di storia millenaria, famosa per il Duomo normanno ed i palazzi nobiliari decadenti. Visita della chiesetta di Santa Maria dell’Isola: da sempre il santuario fa da sfondo alle immagini più ricorrenti del turismo calabrese. La Chiesa, che sorge sull’altura dell’Isola Bella, ospita le statue della Sacra famiglia, portate in processione in mare ad ogni 15 di agosto. E’ stata comunque ristrutturata diverse volte a causa di eventi catastrofici tra cui il terremoto del 1908, per cui conserva ben poco dell’originale edificio. Le sue origini si fanno risalire al 370 d.C., per mano di una piccola comunità monastica basiliana che lì si era insediata. È, comunque, un luogo dal fascino particolare, sia per la forte spiritualità che si respira, sia per la straordinarietà del paesaggio che da quell’alto si gode. Pranzo libero. Proseguimento per Pizzo Calabro, conosciuta per il famoso tartufo, è situata a picco sul Mar Tirreno nella porzione più meridionale del Golfo di Santa Eufemia conosciuta come Costa degli Dei. Passeggiata nel borgo medioevale dove troviamo una testimonianza aragonese, il Castello Murat, voluto da Ferdinando I di Aragona nel 1492, edificio dalla struttura quadrangolara picco sul Tirreno. Dedicato a Gioacchino Murat, che qui fu tenuto prigioniero e fucilato nell’ottobre del 1815. Sistemazione in hotel. Cena libera e  pernottamento.

6°GIORNO, 25 luglio
PIZZO CALABRO / SCILLA / REGGIO CALABRIA
Prima colazione e partenza per la celebre Scilla, splendida cittadina, di origini antichissime ed avvolte dal mito d’Ulisse, si erge su un promontorio sovrastato dal Castello dei Ruffo che divide in due parti il centro abitato, da un lato la Marina Grande, con il lungomare e dall’altro il quartiere dei pescatori detto Chianalea, che è caratterizzato dalle strette viuzze, e dalle vicine case che conducono tutte a mare, di cui molte arrivano a lambire le onde del mare. Dal belvedere di piazza San Rocco, dal nome dell’omonima Chiesa, è possibile scorgere suggestivi panorami, dai colorati tramonti, ai toni cangianti delle acque della Costa Viola. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio arrivo a Reggio Calabria, la città più grande e più antica della regione, oltre che la seconda città più antica d’Italia. Visita del suo celeberrimo Museo Archeologico Nazionale, dove sono custoditi, tra gli altri reperti, i famosi Bronzi, originali scultorei greci di straordinaria importanza, che furono rinvenuti, in maniera fortuita, il 16 agosto 1972 nelle acque di Riace. Di seguito, una passeggiata sul più bel chilometro d’Italia, così era definito da Gabriele D’Annunzio il lungomare della città. Sistemazione presso l’hotel prenotato, cena libera e pernottamento.

7°GIORNO, 26 luglio
R
EGGIO CALABRIA / PENTEDATTILO / STAITI / GERACE / GIOIOSA IONICA
Prima colazione e partenza per Pentedattilo, che sorge in una pittoresca posizione tra le colline che si affacciano sul Mar Ionio e una splendida veduta sulla vicina Sicilia. Il suo singolare nome deriva dal greco penta daktylos, ovvero cinque dita, dalla caratteristica forma della roccia che lo racchiude e che ricorda una ciclopica mano con cinque dita. Queste cinque sporgenze di rupe arenaria hanno generato diverse leggende che si sono intrecciate con i fatti di un amore tragico e di un efferato massacro, e hanno acquisito nel tempo l’inquietante appellativo di mano del Diavolo. E’ adagiato nel palmo di questa mano che risiede questo paese fantasma, uno dei luoghi più affascinanti dell’Aspromonte. Proseguiamo verso Staiti e visita di Santa Maria de’ Tridetti, il monumento si presenta oggi come un prezioso gioiello eroso dal tempo. L’antica chiesa, probabilmente, faceva parte di un convento ormai scomparso. Proseguimento per Gerace, uno dei centri più belli e ricchi di storia della Calabria e dell’Italia. Definita città monumentale, oggi  monumento nazionale, è considerata una tra le più interessanti cittadine medioevali con le sue caratteristiche viuzze, i palazzi nobiliari e le botteghe artigiane del centro storico, scavate direttamente nella roccia. Di particolare interesse sono la Cattedrale e la chiesa di San Francesco. Pranzo in ristorante locale. Al termine delle visite proseguimento per Gioiosa Ionica, poco distante. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento

8°GIORNO, 27 luglio  GIOIOSA IONICA / MAMMOLA / STILO
Prima colazione e partenza per Mammola, una delle porte d’accesso al Parco Nazionale d’Aspromonte, per la visita del celebre Parco Museo Santa Barbara (Musaba) dell’artista Nik Spatari. Pranzo in ristorante locale. Si prosegue per Stilo, patria del filosofo Tommaso Campanella e definita anche la città del sole. La posizione su cui sorge è già di per sé un grande spettacolo: l’antico borgo è, infatti, disposto a gradinate sulla pietra tufacea, sopra un pendio a ulivi e viti, sicuramente lontano dall’originario aspetto orientale, del X secolo, quando la città era il principale centro bizantino della Calabria meridionale. visita della famosa Cattolica, la chiesa bizantina più antica della Calabria, risalente al IX secolo, di particolare pregio storico e culturale Sistemazione in hotel, cena  e pernottamento.

9°GIORNO, 28 luglio
STILO / BADOLATO / SCOLACIUM / LAMEZIA TERME
Prima colazione e partenza per il piccolo centro storico di Badolato bellissimo borgo, situato in una posizione strategica e con un suggestivo impianto urbanistico bizantino, dove artisti provenienti da tutto il mondo scelgono di vivere e lavorare. Partenza quindi per il Parco Scolacium vero e proprio tesoro artistico. Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce numerosi edifici, ceramiche e statue dell’antica città di Squillace, la greca Skylletion. Il sito è famoso soprattutto per la Basilica, i cui resti ci accoglieranno all’ingresso: è una delle grandi cattedrali costruite dai Normanni in Calabria in stile romanico con influenze bizantine. Al termine proseguimento per l’aeroporto di Lamezia Terme e la stazione ferroviaria di Paola. Fine dei nostri servizi.

 

Le visite durante il tour potranno essere diversamente ripartite senza variare la loro effettuazione.

SCALEA                              Grand Hotel De Rose 4* o similare
MORANO CALABRO       Albergo Meruò o similare
COSENZA                          Hotel Vescovo Rosso 3* o similare
CATANZARO                    Hotel Altavilla 4* o similare
PIZZO CALABRO             Piccolo Grand Hotel 4* o similare
REGGIO CALABRIA        Hotel Albanuova 4* o similare
GIOIOSA IONICA             Palazzo Mantegna
STILO                                  Hotel Città del Sole 3* o similare

 

8 pernottamenti negli hotel menzionati o similari con prima colazione; Trattamento come da programma(6 pranzi e 3 cene);
Guida/Accompagnatore espero per tutta la durata del viaggio;
Guide locali a Morano Calabro; Cosenza, Pizzo Calabro, Gerace, Scilla e Reggio Calabria;
Tutti gli spostamenti in un confortevole pullman climatizzato;
Ingressi ai siti menzionati.

Quota di iscrizione € 50,00 documenti via e-mail
Assicurazione facoltativa medico bagaglio annullamento (a partire da 40 Euro)
Mance
Tasse di soggiorno, laddove in vigore, da pagarsi in loco
Spese personali
Tutto quanto non espressamente specificato ne “la quota base include”.

 

1° GIORNO, 20 luglio
LAMEZIA TERME / DIAMANTE / CIRELLA / SANTA MARIA DEL CEDRO /SCALEA
Ritrovo dei partecipanti previsto all’aeroporto di Lamezia Terme ed alla stazione ferroviaria di Paola. Partenza alla volta di Diamante, capitale di Sua Maestà il Peperoncino, conosciuta anche come il museo all’aperto più grande d’Italia. I suoi murales, oltre 150 opere dipinte da numerosi pittori ed artisti di fama internazionale, si possono ammirare sui muri del centro storico. Diamante nel tempo è diventata la città manifesto di questa specialità gastronomica ed oggi sono un connubio indissolubile. Il peperoncino, importato in Europa con la scoperta delle Americhe, è il principe dei prodotti tipici calabresi e ha trovato nel clima meridionale l’ambiente ideale per la sua coltivazione. A Diamante, sede nazionale dell’Accademia Italiana del Peperoncino, si tiene annualmente il famoso Festival del Peperoncino che con le sue degustazioni e manifestazioni culturali e di intrattenimento, è un appuntamento imperdibile. Proseguimento per Cirella Vecchia, distrutta da un bombardamento della flotta napoleonica nel 1806, da cui si gode una splendida vista della costa tirrenica e dell’isola stessa di Cirella. Una passeggiata tra i ruderi è un’esperienza emozionante perché nel silenzio che li avvolge, sembrano affiorare alla mente i tragici momenti che ha vissuto il borgo durante la distruzione. Si prosegue per Santa Maria del Cedro che ospita alcuni tra i siti archeologici più importanti della zona. In serata arrivo a Scalea, sistemazione nell’hotel prenotato. Cena e pernottamento.

2°GIORNO, 21 luglio SCALEA / PAPASIDERO / CIVITA / MORANO CALABRO
Prima colazione. Partenza verso Papasidero per la visita della Grotta del Romito che rappresenta uno dei siti più interessanti del Paleolitico italiano. All’interno si trovano alcune incisioni rupestri come per esempio il graffito raffigurante due bovidi (Bos primigenius), e tracce di antiche sepolture, risalenti a 10.500 anni fa. Un sito di straordinaria importanza nel panorama della preistoria europea. Proseguimento per Civita, situato ai piedi del Parco Nazionale del Pollino cuore della comunità italo-albanese e forse il borgo più interessante del mondo arbëreshe della Calabria. Per le vie del centro è possibile ammirare i comignoli, l’aspetto architettonico più originale di Civita. Non si sa con precisione quando cominciò questa tendenza, ma i Maestri erano soliti firmare la costruzione di una nuova casa con un nuovo comignolo, diverso da tutti gli altri già esistenti. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio visita di Morano Calabro, definito come uno dei borghi più belli della nostra penisola. Sistemazione in hotel. Cena in ristorante locale. Pernottamento.

3°GIORNO, 22 luglio MORANO CALABRO / ROSSANO CALABRO / COSENZA
Prima colazione. Partenza per Rossano Calabro, per la visita del Museo della liquirizia “Giorgio Amarelli”. La famiglia ne ha voluto fortemente la realizzazione nel desiderio di presentare al pubblico una singolare esperienza imprenditoriale, nonché la storia di un prodotto unico del territorio calabrese. Di seguito visiteremo il Museo Codex all’interno del complesso della Cattedrale. Pranzo in ristorante locale. Proseguimento per Cosenza, dove faremo una lunga passeggiata alla scoperta dei tesori nascosti di questa città identificata anche come Atene della Calabria per la sua tradizione culturale. Cosenza, tra le altre cose, accoglie nel proprio centro storico dal fascino decadente, la bellissima cattedrale duecentesca di Santa Maria Assunta, mentre sull’isola pedonale di Corso Mazzini ospita il Museo all’aperto Bilotti, unico nel suo genere sul territorio italiano; Sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

4°GIORNO, 23 luglio COSENZA / SANTA SEVERINA / CAPO COLONNA / LE CASTELLA / CATANZARO
Prima colazione e partenza alla volta di Santa Severina, uno dei Borghi più belli d’Italia, che sorge su uno sperone di tufo e domina la vallata del fiume Neto. Il castello è una delle antiche fortezze militari meglio conservate del meridione d’Italia; inoltre all’interno del piccolo borgo, addossato completamente alla Cattedrale sorge un antico edificio, unico nel suo genere: il Battistero bizantino. Pranzo in ristorante locale.  Proseguimento per Capo Colonna, dove visiteremo quel che resta del celebre santuario dedicato ad Hera e risalente alla prima colonizzazione greca dell’area. Purtroppo venne utilizzato come cava di pietra per il castello e i palazzi nobiliari della città ed oggi non resta che una solitaria e simbolica colonna. Sosta a Le Castella, imponente castello aragonese, è uno dei luoghi più affascinanti della Calabria, un po’ simbolo della regione stessa. Per comprendere il significato del nome usato al plurale anziché al singolare, bisogna considerare che la tradizione popolare riferisce l’esistenza di molti altri castelli ubicati sulle isole prospicienti il litorale e sprofondate negli abissi marini. Arrivo a Catanzaro, sistemazione in hotel. Cena libera e pernottamento.

5°GIORNO, 24 luglio    CATANZARO / TROPEA / PIZZO CALABRO
Prima colazione e partenza alla volta di Tropea, una perla preziosa nella splendida collezione del turismo internazionale, ma anche luogo di antichissime leggende e di storia millenaria, famosa per il Duomo normanno ed i palazzi nobiliari decadenti. Visita della chiesetta di Santa Maria dell’Isola: da sempre il santuario fa da sfondo alle immagini più ricorrenti del turismo calabrese. La Chiesa, che sorge sull’altura dell’Isola Bella, ospita le statue della Sacra famiglia, portate in processione in mare ad ogni 15 di agosto. E’ stata comunque ristrutturata diverse volte a causa di eventi catastrofici tra cui il terremoto del 1908, per cui conserva ben poco dell’originale edificio. Le sue origini si fanno risalire al 370 d.C., per mano di una piccola comunità monastica basiliana che lì si era insediata. È, comunque, un luogo dal fascino particolare, sia per la forte spiritualità che si respira, sia per la straordinarietà del paesaggio che da quell’alto si gode. Pranzo libero. Proseguimento per Pizzo Calabro, conosciuta per il famoso tartufo, è situata a picco sul Mar Tirreno nella porzione più meridionale del Golfo di Santa Eufemia conosciuta come Costa degli Dei. Passeggiata nel borgo medioevale dove troviamo una testimonianza aragonese, il Castello Murat, voluto da Ferdinando I di Aragona nel 1492, edificio dalla struttura quadrangolara picco sul Tirreno. Dedicato a Gioacchino Murat, che qui fu tenuto prigioniero e fucilato nell’ottobre del 1815. Sistemazione in hotel. Cena libera e  pernottamento.

6°GIORNO, 25 luglio
PIZZO CALABRO / SCILLA / REGGIO CALABRIA
Prima colazione e partenza per la celebre Scilla, splendida cittadina, di origini antichissime ed avvolte dal mito d’Ulisse, si erge su un promontorio sovrastato dal Castello dei Ruffo che divide in due parti il centro abitato, da un lato la Marina Grande, con il lungomare e dall’altro il quartiere dei pescatori detto Chianalea, che è caratterizzato dalle strette viuzze, e dalle vicine case che conducono tutte a mare, di cui molte arrivano a lambire le onde del mare. Dal belvedere di piazza San Rocco, dal nome dell’omonima Chiesa, è possibile scorgere suggestivi panorami, dai colorati tramonti, ai toni cangianti delle acque della Costa Viola. Pranzo in ristorante locale. Nel pomeriggio arrivo a Reggio Calabria, la città più grande e più antica della regione, oltre che la seconda città più antica d’Italia. Visita del suo celeberrimo Museo Archeologico Nazionale, dove sono custoditi, tra gli altri reperti, i famosi Bronzi, originali scultorei greci di straordinaria importanza, che furono rinvenuti, in maniera fortuita, il 16 agosto 1972 nelle acque di Riace. Di seguito, una passeggiata sul più bel chilometro d’Italia, così era definito da Gabriele D’Annunzio il lungomare della città. Sistemazione presso l’hotel prenotato, cena libera e pernottamento.

7°GIORNO, 26 luglio
R
EGGIO CALABRIA / PENTEDATTILO / STAITI / GERACE / GIOIOSA IONICA
Prima colazione e partenza per Pentedattilo, che sorge in una pittoresca posizione tra le colline che si affacciano sul Mar Ionio e una splendida veduta sulla vicina Sicilia. Il suo singolare nome deriva dal greco penta daktylos, ovvero cinque dita, dalla caratteristica forma della roccia che lo racchiude e che ricorda una ciclopica mano con cinque dita. Queste cinque sporgenze di rupe arenaria hanno generato diverse leggende che si sono intrecciate con i fatti di un amore tragico e di un efferato massacro, e hanno acquisito nel tempo l’inquietante appellativo di mano del Diavolo. E’ adagiato nel palmo di questa mano che risiede questo paese fantasma, uno dei luoghi più affascinanti dell’Aspromonte. Proseguiamo verso Staiti e visita di Santa Maria de’ Tridetti, il monumento si presenta oggi come un prezioso gioiello eroso dal tempo. L’antica chiesa, probabilmente, faceva parte di un convento ormai scomparso. Proseguimento per Gerace, uno dei centri più belli e ricchi di storia della Calabria e dell’Italia. Definita città monumentale, oggi  monumento nazionale, è considerata una tra le più interessanti cittadine medioevali con le sue caratteristiche viuzze, i palazzi nobiliari e le botteghe artigiane del centro storico, scavate direttamente nella roccia. Di particolare interesse sono la Cattedrale e la chiesa di San Francesco. Pranzo in ristorante locale. Al termine delle visite proseguimento per Gioiosa Ionica, poco distante. Sistemazione in hotel, cena libera e pernottamento

8°GIORNO, 27 luglio  GIOIOSA IONICA / MAMMOLA / STILO
Prima colazione e partenza per Mammola, una delle porte d’accesso al Parco Nazionale d’Aspromonte, per la visita del celebre Parco Museo Santa Barbara (Musaba) dell’artista Nik Spatari. Pranzo in ristorante locale. Si prosegue per Stilo, patria del filosofo Tommaso Campanella e definita anche la città del sole. La posizione su cui sorge è già di per sé un grande spettacolo: l’antico borgo è, infatti, disposto a gradinate sulla pietra tufacea, sopra un pendio a ulivi e viti, sicuramente lontano dall’originario aspetto orientale, del X secolo, quando la città era il principale centro bizantino della Calabria meridionale. visita della famosa Cattolica, la chiesa bizantina più antica della Calabria, risalente al IX secolo, di particolare pregio storico e culturale Sistemazione in hotel, cena  e pernottamento.

9°GIORNO, 28 luglio
STILO / BADOLATO / SCOLACIUM / LAMEZIA TERME
Prima colazione e partenza per il piccolo centro storico di Badolato bellissimo borgo, situato in una posizione strategica e con un suggestivo impianto urbanistico bizantino, dove artisti provenienti da tutto il mondo scelgono di vivere e lavorare. Partenza quindi per il Parco Scolacium vero e proprio tesoro artistico. Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce numerosi edifici, ceramiche e statue dell’antica città di Squillace, la greca Skylletion. Il sito è famoso soprattutto per la Basilica, i cui resti ci accoglieranno all’ingresso: è una delle grandi cattedrali costruite dai Normanni in Calabria in stile romanico con influenze bizantine. Al termine proseguimento per l’aeroporto di Lamezia Terme e la stazione ferroviaria di Paola. Fine dei nostri servizi.

 

Le visite durante il tour potranno essere diversamente ripartite senza variare la loro effettuazione.

SCALEA                              Grand Hotel De Rose 4* o similare
MORANO CALABRO       Albergo Meruò o similare
COSENZA                          Hotel Vescovo Rosso 3* o similare
CATANZARO                    Hotel Altavilla 4* o similare
PIZZO CALABRO             Piccolo Grand Hotel 4* o similare
REGGIO CALABRIA        Hotel Albanuova 4* o similare
GIOIOSA IONICA             Palazzo Mantegna
STILO                                  Hotel Città del Sole 3* o similare

 

8 pernottamenti negli hotel menzionati o similari con prima colazione; Trattamento come da programma(6 pranzi e 3 cene);
Guida/Accompagnatore espero per tutta la durata del viaggio;
Guide locali a Morano Calabro; Cosenza, Pizzo Calabro, Gerace, Scilla e Reggio Calabria;
Tutti gli spostamenti in un confortevole pullman climatizzato;
Ingressi ai siti menzionati.

Quota di iscrizione € 50,00 documenti via e-mail
Assicurazione facoltativa medico bagaglio annullamento (a partire da 40 Euro)
Mance
Tasse di soggiorno, laddove in vigore, da pagarsi in loco
Spese personali
Tutto quanto non espressamente specificato ne “la quota base include”.

 

Login Account

6 or more characters, letters and numbers. Must contain at least one number.

Invaild email address.